SPORT E SVAGO

L’Hotel Verdi dispone di camere arredate con il giusto connubio tra praticità e comfort. Arredate con stile e cura dei colori offrono aria condizionata, TV sat, Sky, telefono diretto, frigobar e casseforti; molte dispongono di balcone e doccia idromassaggio. Vieni a scoprire le tariffe e le offerte speciali pensate per te e per la tua famiglia dallo staff dell’Hotel Verdi.

dal 10 GEN

Cyclo Cross World Cup

Cyclo Cross World Cup

 

Fiuggi ospiterà una prova de Cyclo Cross World Cup,

nel mese di gennaio 2017 , L’Asd Romano Scotti, società organizzatrice della prova di Cyclo Cross World Cup  , ha preso parte – con i propri rappresentanti – alla riunione di tutti i comitati organizzatori delle varie prove di Cyclo Cross World Cup 2016/2017 .

La riunione si è svolta  in Svizzera, presso la sede dell’UCI.

Una  novità per la  prossima edizione della Cyclo Cross World Cup è la maglia di leader per le donne Under23.Cyclo Cross World Cup

Nella  gara donne ci saranno  due maglie bianche di leader di Coppa, la maglia Elite compariranno gli sponsor di Team dell’atleta.

l’UCI intende promuovere il ciclocross femminile giovanile.

Un’altra importante novità è  Fast Lap Award, un premio in denaro per il giro più veloce.

Ci saranno premi al più veloce,  gara Elite uomini , gara Donne ,Juniores e Under23 maschili.

Ci sarà poi una classifica finale dei giri veloci.I premi saranno in denaro dai € 400,00 a € 100,00 (Jnuniores)

Questa formula  era stata già utilizzata nel Giro d’Italia Ciclocross.

Cyclo Cross World Cup in TV                                                                                                           Cyclo Cross World Cup

Ottime notizie anche dal punto di vista televisivo, in quanto l’azienda belga Telenet ha confermato la propria partnership per l’effettuazione di tutte le riprese TV per altri 4 anni.

A questo proposito l’UCI ha rivelato dati in suo possesso particolarmente interessanti.

Nella stagione passata le prove di Coppa sono state trasmesse nel mondo in 35 paesi.Ci sono alcuni paesi  inediti come Russia e Qatar.

In totale ci sono state 440 ore di trasmissioni TV . Circa 60 ore in diretta .E’stata raggiunta un’audience complessiva di 59 milioni di telespettatori.                                                                                                                                                                                  

La prova di Cyclo Cross World Cup  di Fiuggi sarà trasmessa in 38 Paesi in tutto il mondo in diretta, insieme a tutte le altre prove di CDM (dato ufficiale UCI).

HOTEL  VERDI FIUGGI   …gennaio 2017 ..noi siamo pronti !!!

scopri le nostre cyclo cross offerte

info@albergoverdi.com   infoline+39 0775.514092

offerte coppa del mondo ciclo cross hotel verdi 

pernottamento e prima colazione a partire da  29,00

mezza pensione a partire da € 46,00

Supplemento pensione completa € 14,00

menù personalizzati per i sportivi

i prezzi si intendono a persona al giorno per un minimo di 4 notti

sconto per soggiorni di 7 notti

sconto per gruppi sportivi organizzati

le bevande sono comprese , la prima colazione a buffet dolce , salato e cucinato


dal 26 LUG

la terra dei cammini

La Terra dei Cammini: 26 Luglio – 3 Agosto 2016

Riparte il 26 luglio la terra dei cammini ,
Hotel Verdi di  Fiuggi è una delle strutture convenzionate ,abbiamo a vostra  disposizione il ns servizio di navetta gratuito .( in base alla disponibilità )

Da Montecassino e Rieti fino a Roma sulle orme di San Benedetto e San Francesco.

Iniziativa delle Camere di Commercio di Frosinone e Rieti, unitamente al sistema camerale del Lazio, alla Regione Lazio, alla Fidal, al CAI, a Slow Food.

Promuovono un cammino che parte contemporaneamente da Montecassino e Rieti per congiungersi a Monterotondo.

Per  arrivare dopo a San Pietro in Roma, lungo le Vie di San Benedetto e San Francesco.

Un evento di promozione del patrimonio storico, culturale, naturalistico ed enogastronomico di tutto il Lazio.

La terra dei cammini vi aspetta.!!!

L’iniziativa  partirà dalla Abbazia di Montecassino, vero e proprio epicentro della religiosità benedettina.

Proseguirà poi sul Cammino di San Benedetto e San Francesco.

Sono previste visite alle principali Abbazie fondate dall’ordine.

Vi aspettano  l’Abbazia di San Domenico a Sora, l’Abbazia di Casamari a Veroli,la terra dei cammini

la Certosa di Trisulti a Collepardo, la Badia di San Sebastiano ad Alatri,

il Monastero di San Benedetto di Subiaco, la visita al Sacro Speco e tante altre ancora.
Un percorso di circa 170 KM  da fare a piedi, in bicicletta o a cavallo.

Vi consentirà di esplorare le bellezze paesaggistiche, naturalistiche, storiche e monumentali delle città attraversate.

Cassino (Montecassino), Villa S. Lucia, Piedimonte San Germano, Aquino, Castrocielo, Roccasecca, Santopadre.

Arpino, Sora, Isola del Liri, Castelliri, Monte San Giovanni Campano, Casamari, Veroli, Alatri.

Collepardo, Vico nel Lazio, Guarcino, Trevi nel Lazio, Altipiani di Arcinazzo, Subiaco, Monterotondo e Roma.

I camminatori potranno avere la possibilità di partecipare anche a singole tappe.

Le strutture ricettive dovranno essere prenotate a discrezione dei partecipanti. Le visite ai principali monumenti saranno fruibili anche agli accompagnatori.

Vi invito a tenere sempre d’occhio la pagina Facebook “LA TERRA DEI CAMMINI” in modo da essere aggiornati costantemente sulle ultime novità della manifestazione.

 

scarica pdf

la terra dei cammini

modulo di adesione

 

 

 


dal 1 GEN

sport e svago…ciclorturismo

cicloturismo ….una scelta consapevole !!!

Il cicloturismo è un particolare tipo di turismo attivo ,

caratterizzato dalla scelta di viaggiare e di muoversi durante il viaggio in bicicletta o con le combinazioni bici – treno o bici – tram.

E’ un modo di viaggiare piuttosto economico particolarmente adatto a chi ama il contatto con la natura e vuole una vacanza fuori dai classici canoni.

La Ciociaria è una terra unica e per molti versi ancora poco conosciuta. Attraversarla in bicicletta sulle piste ciclabili e alloggiare nelle numerose strutture attrezzate è un modo meraviglioso di scoprirla, sempre a contatto con la natura.

Potrete pedalare respirando l’aria della montagna o la brezza delle colline, durante la sosta lungo la strada potrete rifocillarvi assaggiando i prodotti della cucina tipica. Poi riposare la sera in uno  hotel che si è  attrezzato ad accogliervi. Hotel Verdi di Fiuggi vi aspetta !!!

La varietà dei percorsi cicloturistici è così ricca da accontentare tutti gli amanti della bicicletta. Da chi cerca la tranquillità di una pedalata ammirando i panorami, ai ciclisti esperti, fino ai più temerari della mountain bike, che amano il brivido del down hill.

 

 

La scelta dell’equipaggiamento per un viaggio in bicicletta dipende da tanti fattori: dai giorni in cui si decide di stare fuori, dalla destinazione, dalla modalità di alloggio, e certamente dalle proprie personali abitudini.
A seconda di questi criteri cercheremo quindi di stilare un elenco di oggetti e accessori più o meno utili alla pratica del cicloturismo.

 

alcuni suggerimenti per il cicloturismo senza sorprese

 

Accessori cicloturismo
accessori per il cicloturismo

 

 

Borse o carrello?

Una delle prime decisioni riguarda la scelta della sede del bagaglio: le borse laterali posteriori sono probabilmente la soluzione maggiormente adottata dai cicloviaggiatori, ma non l’unica.
Borse: i vantaggi rappresentati dalle borse laterali .
– buona maneggevolezza della bicicletta;
– facilità di trasporto (a mano) e di sistemazione sia in albergo che in tenda;
– se le borse hanno le tasche, possibilità di suddividere il bagaglio in comparti.

D’altra parte questa scelta comporta anche alcuni svantaggi, così riassumibili.
– maggiore peso da trasportare, quindi maggiore fatica in salita;
– minore visibilità in strada rispetto al carrello.

Carrello: vantaggi.
– maggiore capacità di carico;
– maggiore visibilità in strada, quindi maggiore sicurezza.

Ecco invece gli svantaggi.
– scarsa maneggevolezza in curva;
– difficoltà di sistemazione in tenda;
– necessità di portare ulteriori ricambi.

Borse anteriori.

Rappresentano un elemento in più per aumentare la capacità di carico. Considerando che come il carrello diminuiscono la stabilità e la maneggevolezza della bicicletta, sono consigliate solo su viaggi molto lunghi in cui si ha la necessità di portare una grossa quantità di bagagli.

Borse da manubrio/telaio/sellino.

Possono sostituire le tradizionali borse posteriori nel caso di un viaggio breve, non più di due giorni. Ma c’è anche chi le utilizza per viaggi più lunghi, una pratica che qualcuno ha chiamato “bikepacking“.

Corde elastiche.

sono molto utili per fissare sopra le borse posteriori ulteriori accessori come la tenda, il sacco a pelo, ed eventualmente i panni lavati che si ha bisogno di asciugare.

Abbigliamento

Quale e quanto abbigliamento portare per un viaggio in bici?

Per viaggi della durata di non più di una settimana, ci si potrebbe permettere di portare anche un cambio di biancheria per giorno. In fondo sono indumenti che pesano e ingombrano poco e si risparmia tempo per lavarli ed asciugarli. Diverso il discorso per viaggi più lunghi: a quel punto si potrebbero portare 3-4 cambi e lavarli appunto ogni 3-4 giorni.
Pantaloni, felpe e giacche sono invece tranquillamente utilizzabili per più giorni: ma anche qui dipende dalle proprie esigenze ed abitudini: c’è chi non si cura affatto di avere con sé vestiario sempre pulito, chi d’altra parte ha messo in previsione lungo il viaggio qualche appuntamento “elegante” ed ha necessità di molti indumenti puliti.

Accessori di sicurezza

Casco.

Sempre utile, si sa, specie per chi ama correre e buttarsi a tutta in discesa, e ancor di più per chi utilizza un carrellino o delle borse anteriori che destabilizzano la bicicletta in particolare in curva. L’uso del casco non è comunque obbligatorio.
Giubbino catarifrangente.

Utile nelle circostanze in cui, almeno in Italia, è già reso obbligatorio per legge dal Codice della Strada, ovvero in galleria, fino al sorgere dell’alba e al sopraggiungere del tramonto.
Luci.

Utili e obbligatorie da Codice della Strada per pedalare al buio. E’ bene avere sempre una luce anteriore ed una posteriore ma, nel caso di un momentaneo malfunzionamento di una delle due, è fondamentale avere almeno quella posteriore.I maggiori pericoli per un ciclista, infatti, sia in città che in viaggio, sopraggiungono da dietro con l’arrivo delle auto.

Specchietto retrovisore.

Utile, consente di evitare di girarsi continuamente al minimo sentire il sopraggiungere di un’automobile. Preferire gli specchietti con fissaggio al manubrio piuttosto che alla manopola, che in genere hanno una superficie meno ampia, occupano una posizione ideale per la guida da cicloturismo (più alta rispetto a quella da strada), e sono più saldi.

Attrezzatura e ricambi cicloturismo

La parte di bagaglio dedicata all’attrezzatura di riparazione.

Dipende soprattutto dalla destinazione e dalla propria conoscenza delle operazioni di ciclomeccanica. Prima di intraprendere un viaggio in bicicletta occorre infatti.
 Rispolverare la propria manualità con i principali interventi di riparazione qualora non si abbia la sicurezza di ricordarli bene.
Accertarsi della presenza di negozi di bici o punti di riparazione lungo l’itinerario da percorrere.
Conoscere a fondo il mezzo con il quale si viaggia . Si rischia di portare con sé camere d’aria di riserva con la valvola non corrispondente a quella già in uso. Raggi troppo corti o troppo lunghi, copertoni della misura sbagliata.

Accessori vari.

antifurto/catena di qualità per legare la bicicletta. Borracce almeno 2 , preferibilmente in alluminio piuttosto che in plastica per mantenere l’acqua più fresca. Un paio di buste della spesa per conservare la biancheria sporca.Kit medico di pronto soccorso.Eventuali accessori per il campeggio.


1 GEN

trekking a fiuggi

trekking a Fiuggi 

Fiuggi è sicuramente tra le mete più ambite per gli amanti di questo tipo di sport.
Per chi desidera immergersi totalmente nel verde con escursioni di media montagna, l’attività di  trekking  a fiuggi si svolge in percorsi impegnativi o in sentieri suggestivi, con passeggiate rilassanti, accompagnati da efficienti guide, attraverso i bellissimi boschi di castagno fino ad arrivare al lago di Canterno.
Alcune escursioni si praticano anche in altre zone del territorio, poco distanti da Fiuggi; si possono esplorare luoghi incontaminati come il Parco Regionale dei Monti Simbruini, le sorgenti del fiume Aniene, il Monte Viglio (2156 m.), le piane di Monte Livata e le Grotte di Pastena.

L’Hotel Verdi  propone dei percorsi  in base alle mappe fornite direttamente dal C.A.I., Centro Alpino Italiano che, mensilmente propone degli itinerari da percorre anche in base al proprio allenamento, trekking a Fiuggi:

Percorsi vicino Fiuggi
Partendo dall’hotel Verdi   i percorsi si snodano nell’immediate vicinanze di Fiuggi, tra la Riserva Naturale del Lago di Canterno e le piccole cime, intorno ai 1000 metri di altitudine.
Tra pendii e pianori erbosi, attraversando magnifici boschi di castagni e di querce.

n. Nome Disl. Totale salita Tempo Totale
F1 L’Arco di Trevi 332 4 h. e 15 m.
F2 Intorno a Monte Arciano 382 3 h. e 55 m.
F3 Il Laghetto d’Acuto 300 4 h.
F4 Per i castagneti di Fiuggi 80 1 h. e 15 m.
F5 I ruderi del Castello di Gasperone 420 4 h. e 30 m.
F6 Il Lago di Canterno 70 4 h. e 35 m.

Il Parco regionale dei Monti Simbruini
Una tipica area protetta della montagna appenninica, cime che raggiungono i duemila metri, estese faggete, ampi pianori carsici, ricchezze d’acque sorgive.
Il parco regionale dei monti Simbruini si estende per circa 30.000 ettari, compreso fra la valle dell’Aniene ad ovest – nord ovest, quella del Sacco a sud ovest e i monti Ernici a sud est.

n. Nome Disl. Totale salita Tempo Totale
S1 Santuario della Santissima Trinità 670 2 h. e 25 m.
S2 Le Faggete di Fondi di Jenne 210 2 h. e 15 m.
S3 Le Sorgenti dell’Aniene (modulabile) 239 1 h. e 30 m.
S4 Monte Tarino da Campo Staffi 775 4 h.
S5 Monte Cotento da Campo Staffi 235 1 h. e 30 m.
S6 Monte Viglio da Serra S. Antonio 700 4 h.
S7 Anello di Monte Viglio 940 4 h. e 45 m.

I Monti Ernici
Confine naturale tra le regioni Lazio ed Abruzzo, la catena montuosa dei Monti Ernici si estende in direzione Ovest-Nord/Ovest – Est-Sud/Est. La configurazione attuale è il risultato dell’evoluzione che ha interessato la zona per centinaia di milioni di anni e che ha lasciato nelle sue rocce testimonianze attraverso le quali si può leggere tutta la loro storia.

n. Nome Disl. Tot salita Tempo Totale
E1 Campocatino e il Sentiero dei Fiori 380 2 h. e 10 m.
E2 La Monna da Colle Panunzio 750 4 h. e 50 m.
E3 Campocatino da Colle Panunzio 380 2 h. e 30 m.
E4 La Valle del Rio e Certosa di Trisulti 380 3 h. e 25 m.
E5 La Rotonaria dalla Certosa di Trisulti 1.050 4 h. e 10 m.
E6 Fossa Susanna e Monte Scalelle 810 4 h. e 10 m.
E7 Pizzo Deta da Prato di Campoli 920 4 h. e 15 m.

È possibile anche seguire i percorsi della Via Francigena.


1 DIC

giocare a golf

Giocare a Golf

 

giocare a golf ha le sue regole :giocare a golf

  1.  le Regole del Golf approvate dall’ R & A Rules Limited (edizione 2012-2015);
  2.  le Condizioni di Gara e le Regole Locali 2014 adottate dalla FIG;
  3. le Condizioni di Gara Generali e le Condizioni di Gara Specifiche della competizione in oggetto;
  4.  le eventuali Condizioni e Regole Locali Aggiuntive, emanate dal Comitato di Gara.

 

Giocare a golf  le “REGOLE LOCALI AGGIUNTIVE”

PIAZZARE LA PALLA (Appendice I – 4.c)

Una palla che giace su un’area accuratamente rasata del percorso può essere alzata senza penalità e pulita. Prima di alzare la palla il giocatore deve marcare la sua posizione. Dopo aver alzato la palla, egli deve piazzarla in un punto entro la distanza di 15 cm da dove giaceva originariamente e che non sia più vicino alla buca, non sia un ostacolo e non sia su un putting green.

Un giocatore può piazzare la propria palla solo una volta e, dopo che è stata così piazzata, essa è in gioco (Regola 20-4). Se la palla non sta ferma nel punto nel quale è piazzsport  svagoata, si applica la Regola 20-3d. Se la palla quando viene piazzata è ferma nel punto nel quale è stata piazzata e successivamente si muove, non c’è penalità e la palla deve essere giocata come si trova, a meno che sia applicabile quanto previsto da un’altra Regola. Se il giocatore non marca la posizione della palla prima di alzarla o muove la palla in qualsiasi altro modo, come ad esempio facendola rotolare con un bastone, egli incorre nella penalità di un colpo, prima di ricominciare a giocare a golf

CONDIZIONI ANORMALI DEL TERRENO (Reg. 25)

  • Qualsiasi area delimitata da un linea bianca o linea blu sul terreno e/o da paletti blu;
  • Le erosioni, i rivoli , causati dall’acqua nei bunker, compresi gli evidenti accumuli di fango, pigne – se la palla si muove si deve droppare allo stesso punto senza penalità.
  • Tutta la Zona della buca 4 – è considerata acqua occasionale, pertanto la palla si droppa nel punto più vicino. Se la palla non si trova non è considerata palla persa e pertanto si droppa senza penalità.
  • Nella buca 8 nella parte sinistra tra il fossetto ed i pini, è considerata acqua occasionale, pertanto la palla si droppa nel punto più vicino. Se la palla non si trova non è considerata palla persa e pertanto si droppa senza penalità.
  • La palla infossata nel proprio pitch è estesa per tutto il percorso di gioco e si droppa senza penalità.
  • In tutti i bunker dove è acqua occasionale si droppa e si possono togliere pigne e sassi senza penalità.
  • Durante il percorso di gioco se la palla finisce negli accumuli di legna, rami rotti la palla si droppa senza penalità, e si continua a giocare a golf

OSTRUZIONI MOVIBILI (Reg. 24-1)

  • I paletti rossi e bianchi indicanti la distanza di 150 mt. da inizio green.

OSTRUZIONI INAMOVIBILI (Reg. 24-2)

  • GIOVANI PIANTE-GIOCO PROIBITO: le giovani piante identificate da LINEE BIANCHE.
  • Se una di tali piante interferisce con lo stance di un giocatore, con il lie o con l’area dello swing la palla DEVE essere alzata senza penalità e droppata secondo la Regola 24-2b.
  • Stradine e sentieri in ghiaia, cemento, catrame, mattonate o comunque pavimentate artificialmente;
  • Tutte le palizzate di contenimento delle stradine fanno parte dell’ostruzione;
  • Le piastre gialle dei 100 mt., rosse dei 150 mt e blu dei 200 mt., indicanti la distanza da inizio green.

PARTI INTEGRANTI DEL PERCORSO

  • Buca 10 – 11 -16 : il tubo di irrigazione di colore nero adiacente alla rete di recinzione;

CONGEGNI PER MISURARE LE DISTANZE (Appendice II –9.)

  • In questa gara un giocatore può ottenere informazioni sulle distanze utilizzando un dispositivo che misuri unicamente la distanza.

INDICATORI DI PARTENZA

Uomini: Bianchi                                                         Donne: Rossi

 

CONSEGNA DELLO SCORE (6-6b) – Recording Area

Lo score va riconsegnato presso la Recording Area – Fronte segreteria – entro e non oltre l’arrivo del gruppo successivo. Per i giocatori appartenenti all’ultimo gruppo entro 10 minuti dal momento in cui si è lasciato il putting green dell’ultima buca. Penalità per infrazione alla Regola 6-6b: Squalifica.

Quando non sia diversamente indicato la penalità per infrazione alle Regole Locali è: 2 colpi di penalità.

Giocare a golf è bello ….ma giocare a golf rispettando le regole …è meglio !!!

ed anche ragazze di Fiuggi sono diventate Campionesse d’Europa  

golf fiuggi 2